Rocco Hunt regala ai fan la contagiosa “Stu core t’apparten”: video, testo e traduzione + audio e video

0


stu core t'apparten frame video

Per festeggiare un anno veramente meraviglioso, il rapper Rocco Hunt sta regalando ai sempre più numerosi fan, la virale Stu core t’apparten, una canzone molto bella che sta facendo impazzire il web. Il testo e la traduzione. Visto il grande successo del brano, dal 14 gennaio 2020 è anche un singolo disponibile nelle piattaforme digitali. L’audio completo.

L’artista salernitano saluta un 2019 ricco di belle soddisfazioni con questo brano, scritto di suo pugno e prodotto da Valerio Nazo. La traccia parla di un ragazzo molto innamorato ed è possibile scaricarla gratuitamente semplicemente iscrivendovi alla chat Messenger (Facebook).

Link Sponsorizzati

Voglio 5 Mila commenti sotto al post di Instagram e vi regalo questa bomba per ringraziarvi di questo anno fantastico. Iscriviti alla mia Chat di Messenger dove la manderó entro 24 ore ad ognuno di voi” ha condiviso su Facebook il rapper. Se volete ascoltarla senza effettuare il download, sappiate che cercandola su Youtube, troverete quasi sicuramente l’audio della versione completa, della durata di circa 02:30. Ecco il video.

Visualizza questo post su Instagram


“Stu core t’apparten” ??❤ Voglio 10 Mila commenti sotto questo video e vi regalo questa bomba per ringraziarvi di questo anno fantastico ? Per riceverla commenta qui sotto, tagga chiunque, ed iscriviti alla mia Chat di Messenger dove la manderó entro 24 ore solo agli iscritti (Link nelle storie) ? @valerionazo

Un post condiviso da Rocco Hunt (@poetaurbano) in data:

Rocco Hunt – Stu core t’apparten testo e traduzione

downloadDownload su: AmazoniTunes

Mann rit “sta tranquill, tutt pass” ma tu
Riest chella cos ca nun se n và chiù
Stu cor t’apparten
Osaj picciò n’fa scem
Quann scinn ind o’quartier
Quand turn tard a ser



Annaz a me ch m’annammor
E tutt e vot cà m’guard e cà m’parl accusì
Staser gir rind a machin finchè nu’t trov
So capac e chiammà pur a te e cumpagn toj

Ca so pazz assaj
Tu t’ncazz ossaj
Quann spenn troppi sold p t’fà nu regal
Ma si bell’ assaj
Faj fint ca n’ossaj
Tu p me si n’edizione limitat

Si m’annamor e te è la fin’
Pkè foss gelus e l’ombr’ ca t’segue
O’facess pur accir
Si rind a st’uocchie tuoj truvas e cos ver

Mann rit “sta tranquill, tutt pass” ma tu
Riest chella cos ca nun se n và chiù
Stu cor t’apparten
Osaj picciò n’fa scem
Quann scinn ind o’quartier
Quand turn tard a ser, yeh, ehi

Tutt pass ma tu
Riest chella cos ca nun s’fà chiù
Stu cor t’apparten
Osaj picciò n’fa scem
Quann scinn ind o’quartier
Quand turn tard a ser

Mannagg a me ch m’annammor
Frnesc semp accusì
Chi n va sott è semp o’cor
Ca nu c’fà chiù a suffrì

Pciò nisciun s’annammor (pciò nisciun s’annammor)
Ognun penz e fatt suoj (ognun penz e fatt suoj)
Mannagg a me cà stò c’affor (mannagg a me cà stò c’affor)
E ind a machin rà doj or (ind a machin dà doj or)

Nu m’crer manc’ quand’ giur
Sti vas m’parn e giud
Nu l’agg fatt cu nisciun
Mo st’parlan pur asul (mo st’parlan pur asul)

Mann rit “sta tranquill, tutt pass” ma tu
Riest chella cos ca nun se n và chiù
Stu cor t’apparten
Osaj picciò n’fa scem
Quann scinn ind o’quartier
Quand turn tard a ser, yeh, ehi

Tutt pass ma tu
Riest chella cos ca nun s’fà chiù
Stu cor t’apparten
Osaj picciò n’fa scem
Quann scinn ind o’quartier
Quand turn tard a ser


Mi hanno detto “stai tranquillo, tutto passa” ma tu
resti quella cosa che non se ne va più
questo cuore ti appartiene
lo sai, perciò non fare la scema
quando scendi nel quartiere
quando torni tardi la sera

Davanti a me che m’innamoro
e tutte le volte che mi guardi e che parli così
stasera giro in macchina finché ti trovo
sono capace di chiamare pure i tuoi amici

Che sono pazzo assai
tu ti arrabbi, lo sai
quando spendo troppi soldi per farti un regalo
ma sei bella assai
fai finta che non lo sai
tu per me sei un’edizione limitata

Se mi innamoro di te è la fine
perché sarei geloso e l’ombra che ti segue
mi farei pure uccidere
se dentro questi occhi tuoi trovassi le cose vere

Mi hanno detto “stai tranquillo, tutto passa” ma tu
resti quella cosa che non se ne va più
questo cuore ti appartiene
lo sai, perciò non fare la scema
quando scendi nel quartiere
quando torni tardi la sera, yeh, ehi

tutto passa ma tu
resti quella cosa che non se ne va più
questo cuore ti appartiene
lo sai, perciò non fare la scema
quando scendi nel quartiere
quando torni tardi la sera

Mannaggia a me che m’innamoro
finisce sempre così
chi va sotto è sempre il cuore
che non ce la fa più a soffrire

Perciò nessuno s’innamora (perciò nessuno s’innamora)
ognuno pensa ai fatti suoi (ognuno pensa ai fatti suoi)
mannaggia a me che sto qua fuori (mannaggia a me che sto qua fuori)
e in macchina da ore

Non mi credi nemmeno quando giuro
questi baci mi sembrano di giuda
non l’ho fatto con nessuna
o sto parlando pure solo (o sto parlando pure solo)

Mi hanno detto “stai tranquillo, tutto passa” ma tu
resti quella cosa che non se ne va più
questo cuore ti appartiene
lo sai, perciò non fare la scema
quando scendi nel quartiere
quando torni tardi la sera, yeh, ehi

tutto passa ma tu
resti quella cosa che non se ne va più
questo cuore ti appartiene
lo sai, perciò non fare la scema
quando scendi nel quartiere
quando torni tardi la sera

Ascolta su: