Luca J, Impossibile: testo e video ufficiale

0


Impossibile è il nuovo singolo del rapper Luca J, disponibile nei negozi digitali da lunedì 18 Gennaio 2016 per Honiro Label.

La produzione musicale di questo bel pezzo, è stata affidata a DJ RAW al Raw Sound Studio, mentre alla chitarra troviamo Rocco Mechilli (già all’opera nel brano ‘Pezzo di Carta‘).

Questa significativa canzone, apre un nuovo percorso di Luca J ed è accompagnata dal video ufficiale disponibile nel canale Youtube della Honiro dal 18 gennaio.

Link Sponsorizzati

Il filmato è stato diretto da Emanuele Pisano ed è possibile vederlo cliccando sull’immagine in basso.

impossibile-videoclip-luca-j

Impossibile testo – Luca J (Digital Download)

[Verso 1]
Ci siamo persi e mai più ritrovati
la sofferenza almeno quella è gratis
però i sorrisi qua costano cari
a forza di prendere schiaffi dalla vita impari
che non solo i diamanti e gli infami restano per sempre
le frasi non dette bruciano più di quanto immaginavi
e io forse ti chiedo scusa
perché a dirtela tutta non ti ho mai dato ciò che meritavi.
Siamo a 200 all’ora contro mano senza cintura
ma non aver paura dammi la mano
la vita è una, dimmi buona fortuna
bella come la luna ma come la luna troppo lontano.
E io vorrei parlarti, ma tu non mi ascolteresti
volevo raccontarmi e ho messo me dentro i miei testi
sono nelle strade che calpesti e nel vento che urla
quando ci passi in mezzo ma non puoi sentire nulla.


[Ritornello]
Vorrei lasciarti qualcosa che parlasse di me
anche quando tutto crolla ed è impossibile
e non importa quale storia può parlare di te
l’importante è che il finale è riscrivibile.

[Verso 2]
Il tempo corre e noi non ci fermiamo
senza sapere dove arriveremo
senza sapere dopo che facciamo e
se c’è speranza quando moriremo.
E non è rap, non è musica, non è espressione
e non è Dio, non è Allah, non è solo il nome
che ne determina il valore
ma queste persone se lo vivono da fuori non ne colgono l’intenzione.
È troppo facile parlare e non mettersi in gioco
è più difficile sbagliare se hai giocato poco
che l’odio brucia come il fuoco l’ho capito dopo
dopo averlo trattenuto per questi anni e forse è troppo.
Tu eri davvero bella e la droga ti ha divorata
ti ho vista di volata, cosa sei diventata
sei ferma sull’entrata del Paradiso
e sul tuo viso c’è un sorriso e una lacrima congelata.

[Ritornello]
Vorrei lasciarti qualcosa che parlasse di me
anche quando tutto crolla ed è impossibile
e non importa quale storia può parlare di te
l’importante è che il finale è riscrivibile.

(e non importa quale storia può parlare di te
l’importante è che il finale è riscrivibile)



(Scrivo la vita, mica una canzone
ma non mi chiedere come si fa
ci siamo persi dentro un’illusione
e i nostri sogni chi ce li ridà)

Vorrei lasciarti qualcosa che parlasse di me
anche quando tutto crolla ed è impossibile
e non importa quale storia può parlare di te
l’importante è che il finale è riscrivibile.