Alessandra Amoroso, Bellezza incanto e nostalgia: testo e video ufficiale

1

 

alessandra-amoroso

Bellezza incanto e nostalgia è il titolo del nuovo singolo di Alessandra Amoroso, quarto estratto dall’album Amore Puro, rilasciato lo scorso 24 settembre.

Recentemente presentato live al Coca Cola Summer Festival a Roma (si sta svolgendo a piazza del Popolo), il brano viene da oggi trasmesso dalle emittenti radiofoniche. L’inedito è inoltre in gara sul sito di RTL 102.5, come canzone dell’estate 2014. La manifestazione sarà trasmessa in differita su Canale 5 a partire dal 7 luglio, ed ogni lunedì di luglio.

A breve su Tgcom24 sarà disponibile il video ufficiale di questa canzone, scritta da Tiziano Ferro. Un inno alla stagione estiva, in cui compaiono gli amici d’infanzia della cantante, è questo il contenuto del filmato diretto da Gaetano Morbioli sulle spiagge del Salento. Un omaggio alle origini, alla terra e alla fanciullezza dell’interprete. Cliccate quì per vedere il videoclip, situato anche ad inizio articolo. Di seguito potete visionare il dietro le quinte.

Backstage

 
Quì potete ascoltare l’audio e leggere le parole di questo pezzo.

Testo Bellezza incanto e nostalgia – Alessandra Amoroso
Di quei cento giorni ancora mi ricorderò
che nonostante il mal di testa stavo lì.
Maledetta la tempesta e maledetta me.
Svegliata di notte,
nel buio dell’attesa.
Le mie speranze navigavano la via
sulle note di quella canzone
scritta da noi due,
rimirando all’alba un’emozione
che non perderò mai più.
Confondo bene e male, mai più.
Confondo terra e mare.
Salutando i gesti di un passato
negato all’allegria
sotto l’ombra riparata di una barca
a dirsi addio.
Mi culla ciò che poi sarà
bagnato di malinconia.
Bellezza, incanto e nostalgia.
Mi perdo nell’ostilità
che non mi ha fatto stare lì
e mi ha costretta a dire addio.
E mi ha costretta a dire addio.
Io chiudevo le porte,
paure e fremito.
Cantavo più forte
per fermarti e averti qui.
Sulle note della tua canzone
dedicata a me
che suona nel tuo cuore
nella culla del passato.
E ci scoprimmo a quel bagliore che
chissà se rivedrò mai più.
Se solo avessi avuto più carattere e follia
la tua voce ora sarebbe ancora mia.
Mi culla ciò che poi sarà
bagnato di malinconia
Bellezza, incanto e nostalgia.
Mi perdo nell’ostilità
che non mi ha fatto stare lì
e mi ha costretta a dire addio.
E mi ha costretta a dire addio.
E ricordi fari e fuoco
e sabbia che calpesterai.
Dimmi una bugia però non dirmi che ti volterai.
Ti racconto storie di passioni e giochi persi ormai.
Sappi amore mio che se potessi non ti lascerei.
Mi culla ciò che poi sarà
bagnato di malinconia
Bellezza, incanto e nostalgia.
Mi perdo nell’ostilità
che non mi ha fatto stare lì
e mi ha costretta a dire addio.
E mi ha costretta a dire addio.