Achille Lauro – Cenerentola: testo + video ufficiale

0

Cenerentola è un brano inedito del rapper romano Achille Lauro, prodotto da Boss Doms ed accompagnato dal video ufficiale disponibile dal 24 dicembre 2015 sul canale Youtube di Roccia Music.

Dopo “Wow“ e “Occhiali Da Donna”, un minuto prima della mezzanotte di Natale Boss e Achille hanno regalato ai fans quest’altro nuovo pezzo, incentrato su tematiche romantiche e accompagnato dal filmato di qualità ancora una volta diretto da Jacopo Gentilini e Mattia Di Tella.

Per gustarvi la clip cliccate sull’immagine sottostante, mentre a seguire trovate il testo completo.

cenerentola-video-achille-lauro

Cenerentola Testo – Achille Lauro

[Introduzione]
Amore!
Si,ciao ho fatto questo numero era l’ultima chiamata effettuata
Ma chi sei?
Senti, è successo un casino, Dio mio non so come dirtelo
Ma dirmi cosa??
Devi venire subito qui, è un emergenza
Ma qui dove?
Vieni subito
Dio!!

[Verso 1]
Sta storia Cyrano
Cavalli tirano
E fino mezzanotte qui
Come quella fiaba lì
Dopo le strappano il vestito Dior
La nostra carrozza è un Porsche
Le scarpe di cristallo si
Perse in quei palazzi lì
Noi due fatti dietro occhiali blu
Nuovi Gucci
Le facce scombinate Rubik
È un film di Kubrick
Tu che in viso hai nuovi trucchi
Io invece ho i punti
Io che scappo a l’ora giusta
Tu che riaggiusti
Fino quella notte lì
A quella mezzanotte lì
A odiarmi se sono così
Lo so che ti dico che cambierò

[Gancio]
Dimmi di no
Prometti che dirai di no e farai la stronza
Per questa volta
Per una volta
Prometti non mi seguirai pure sta notte
Perché sta notte non si ritorna
Perché io non ho posto lassù
Perché amarsi è ammalarsi quaggiù
Perché infondo stavolta
Non c’è una carrozza
Stanotte moriamo quaggiù

[Verso 2]
So che quello che ho lasciato
Non torna due volta da me
Torno dal nulla si come DiCaprio
E il diavolo è vestito bene
Quello che non hai dimenticato
Forse è la stessa che ho odiato di più
è meglio se mi stai lontano
Amare è come ammalarsi quaggiù

[Ponte]
Non lo sai, no
Tu non sai di me quanto penso
“Ma che vita è?”
Tu non sai, no
Tu non sai di me (di me)

[Gancio]
Dimmi di no
Prometti che dirai di no e farai la stronza
Per questa volta
Per una volta
Prometti non mi seguirai pure sta notte
Perché sta notte non si ritorna
Perché io non ho posto lassù
Perché amarsi è ammalarsi quaggiù
Perché infondo stavolta
Non c’è una carrozza
Stanotte moriamo quaggiù

[Verso 3]
Un giorno verrò a prenderti
Sotto quei palazzi
In quel quartiere lì
Quel posto che non meriti
Quelle case strette
Quella gente
Quel futuro
Quei palazzi lì
Giuro un giorno verrò a prenderti
Con un sacco di soldi per scappare via
Tu vestita di Fendi
Con quelle scarpe trasparenti

Un giorno verrò a prenderti su un Porsche
Giacca Givenchy
Proprio sotto quei palazzi lì
Ti porterò via da sta città
Da quei palazzi lì
Ci hanno insegnato ad essere i cattivi
Solo ad essere i cattivi
Ad essere i cattivi
Solo ad essere i cattivi

[Ponte]
E dimmi questa volta no (x2)
Dimmi questa volta no (x4)
Questa volta no
Dimmi questa volta no

[Gancio]
Dimmi di no
Prometti che dirai di no e farai la stronza
Per questa volta
Per una volta
Prometti non mi seguirai pure sta notte
Perché sta notte non si ritorna
Perché io non ho posto lassù
Perché amarsi è ammalarsi quaggiù
Perché infondo stavolta
Non c’è una carrozza
Stanotte moriamo quaggiù

[Conclusione]
Noi moriamo quaggiù (x7)
Dimmi di no (no no no no…) (x3)
Dimmi di no (x2)