Rachele Bastreghi – Il Ritorno: testo e audio + video ufficiale

0

Aggiornamento: è disponibile il video ufficiale del singolo di Rachele Bastreghi intitolato Il Ritorno. Il filmato in bianco e nero è stato diretto da Fabio Capalbo (Verdena, Vinicio Capossela), ed è stato girato tra Torino e Milano. Brano anni ’70 e video che sembra risalire a quel periodo… Potete vederlo cliccando sull’immagine sottostante.

il-ritorno-video-rachele

Scritto originariamente il 27 gennaio 2015

Il Ritorno è il secondo singolo della cantautrice toscana Rachele Bastreghi, estratto dal primo EP da solista Marie, pubblicato il 27 gennaio 2015, che con le sue sette tracce, ci riporta alle atmosfere dei meravigliosi anni ’70.

Dopo il primo estratto Mon Petit Ami Du Passé, trasmesso dalle emittenti radiofoniche dallo scorso 15 dicembre, è il momento di questa canzone della voce femminile dei Baustelle, entrata in rotazione radiofonica il 23 gennaio.

L’inedito è stato co-scritto dalla Bastreghi insiele al cantautore, paroliere e compositore Dario Faini. Molto poetica e dolce la canzone che potete ascoltare cliccando sull’immagine in basso. Per l’audio integrale è sufficiente possedere o creare un account gratuito su Deezer, altrimenti dovrete accontentarvi dell’anteprima di mezzo minuto.

Di seguito potete leggere il testo completo di questo bel pezzo.

marie-cd-cover-rachele-bastreghi

Testo Il Ritorno – Rachele Bastreghi (Digital Download)

Parto con l’auto
riprendo il viaggio
si canta guardando il colore

colpa di freni
si cambia scenario
segnali di mobilità

come un miracolo
passa in un attimo
dal rosso al blu

ora so quello che
perderei se io fossi lontana
il sapore di un cielo spumato, resterà

ti vivrò, e amerò
come se non ci fosse altra luce
e l’odore d’inverno sfiorato
rimarrà tra di noi

Rotta la marcia
si salva la faccia
non canto ma penso a te

quante fatalità
il tempo se ne va
con il silenzio e l’avaria

Ora so quello che
perderei se io fossi lontana
il sapore di un cielo spumato, resterà

ti vivrò, e amerò
come se non ci fosse altra luce
e l’odore d’inverno sfiorato
rimarrà in balia, tra di noi
in balia, tra di noi

Ora so quello che
lascerei se io fossi lontana
il ? (profilo?) di un cielo oscurato, resterà

ti vivrò, e amerò
come se non ci fosse altra luce
e l’odore di un coro stonato
rimarrà in corsia tra di noi