Marlene Kuntz – Sotto la luna: testo, audio e video ufficiale

0

Aggiornamento: di seguito potete vedere il video ufficiale che accompagna Sotto La Luna, il nuovo singolo dei Marlene Kuntz estratto dall’album celebrativo Pansonica, in uscita il 16 settembre 2014. Ecco il filmato.

Guarda il videoclip

27 agosto 2014

Porta il titolo di Sotto la luna il nuovo singolo dei Marlene Kuntz, che anticipa il rilascio di Pansonica, album che uscirà per celebrare il 20esimo anniversario dall’uscita del fortunato Catartica, disco della band alternative rock pubblicato nel 1994 che ha segnato lo scoppiettante inizio di carriera del gruppo.

Pansonica, il cui titolo fa riferimento ad una canzone dei Marlene molto amata dai fans, sarà disponibile nei formati CD e Vinile, e proporrà sette tracce registrate in parte prima della realizzazione di Catartica e per la restante parte nella fase tra Catartica ed Il Vile, il secondo album della band. Il mini disco proporrà quindi canzoni mai pubblicate e svelate fino ad ora, che rappresentano l’essenza e il mood dell’iniziale fase artistica dei Marlene.

La canzone battezzata Sotto la luna, viene trasmessa dalle emittenti radiofoniche dal 22 agosto 2014, e parla di un uomo shoccato dalla fine di un amore. La sua donna lo ha lasciato e vaga per la notte sperando nel conforto di un amico (immaginario?) con cui potersi sfogare, vaneggiando di poter far tornare indietro il tempo a quegli istanti della notte precedente, in cui il disastro si stava per compiere, per fermarlo e modificarne l’esito.

Dopo la copertina, potete leggere le parole che compongono il brano ed ascoltare l’anteprima audio di 30 secondi. Per ascoltare la versione integrale, bisogna possedere un account gratuito su Deezer.com. Dopo esservi iscritti, cliccate quì per ascoltare la versione completa.

sotto-la-luna-cover-marlene

Testo Sotto La Luna – Marlene Kuntz
Ehi ehi vuoi darmi vita sotto la luna?
ehi amico vuoi parlare con me?
ho una pena a cui dare miglior fortuna
io giuro vivo solo di lei

Ehi ehi vuoi darmi vita sotto la luna?
ho bisogno di parlare di me!
sei la valle che si riempie della mia piena
la quiete che poi perderò, la quiete che poi perderò

Ho pianto fiumi d’amore l’alba era già un fiore
ho rimorchiato dolore dentro di cui
da morire

Sua maestà non mi vuole più, non mi desidera
chiederò al sole di dissipare la sua vanità
luna la via ventura in mano ai compari tuoi
più distanti di una notte fa che mi riporterai
per conto della mia fedeltà

Vorrei tornare a quegli istanti fatali e terribili
per rimediare a quel finale che so irreparabile
Freddo e gelo sul mio trapasso gorgeggiano
freddo e gelo sul mio collasso festeggiano

Oh lei è chiave di paradiso e l’ho perduta
e piango fiumi d’amore l’alba è oramai un fiore

Sua maestà non mi vuole più, non mi desidera
chiederò al sole di dissipare la sua vanità
luna la via ventura in mano ai compari tuoi
più distanti di una notte fa che mi riporterai
per conto della mia fedeltà