La mia città: ascolta l’inedito di Emma Marrone con testo

1

emma-marrone

Aggiornamento: è uscito il video ufficiale del brano La Mia Città cantato da Emma, che rappresenterà l’Italia proprio con questo pezzo all’Eurovision Song Contest 2014 che andrà in scena in Danimarca a Copenhagen il 10 maggio 2014. Il videoclip che potete vedere di seguito, è stato realizzato per questa manifestazione. In esso vediamo una Marrone versione popstar…

Ecco il video ufficiale di “La mia città” (con testo) con un’Emma in versione inedita, quasi alla Lady Gaga.  Emma Marrone rappresenterà l’Italia all’Eurovision Song Contest 2014 che si svolgerà a Copenhagen, in Danimarca, il prossimo 10 maggio.  Il brano in gara sarà “La mia città” e in questo video, realizzato appositamente per la manifestazione, la cantante salentina si mostra in una veste piuttosto inedita.  Emma si ispira alle popstar internazionali, con abiti e atteggiamenti alla Lady Gaga, Rihanna o Madonna, e confeziona un video poco originale, ma che potrebbe funzionare per l’Eurovision.  Certo, sui tacchi appare un po’ titubante, ma non si può avere tutto dalla vita!

Scritto originariamente il 19 novembre 2013

Lo scorso 12 novembre è uscito il nuovo progetto discografico di Emma Marrone dal titolo Schiena contro Schiena (clicca sul collegamento per ulteriori info), special edition dell’album Schiena che ricordiamo, venne rilasciato nell’aprile 2013.

L’unico inedito contenuto nella versione speciale del disco, si intitola La Mia Città, brano scritto dall’interprete salentina, ex allieva del talent show Amici.

Da qualche giorno, è disponibile l’audio completo di questa canzone, al quale aggiungiamo le parole scritte.


Testo La Mia Città – Emma Marrone

Odio andare di fretta,
i rumori, la nebbia,
il tempo appeso di questa città
Odio le scarpe col tacco,
che incastro distratta nei tombini
invadenti di questa città
Odio me stessa allo specchio
non per il difetto,
ma per stupidità
Amo restare in giro
sapendo di tornare sempre in questa città
E dimmi se c’è un senso al tempo,
al mio vagare inutile,
e dimmi se c’è davvero una meta
o dovrò correre per la felicità.
E corro corro avanti
e torno indietro
scappo,
voglio prendere il treno
stringo forte il tuo respiro
e penso a me che non ho un freno
spingo forte, non ti temo
voglio tutto voglio te.
oglio te, voglio te, voglio te,
Amo il traffico in centro,
parcheggiare distratta,
il tuo sorriso, la mia instabilità
Amo fare l’offesa
senza neanche una scusa
fare pace la sera,
spegni la città
E amo me stessa per questo
per egocentrismo, senza razionalità
Amo prenderti in giro
sapendo di tornare sempre,
nella mia città
E dimmi se c’è un senso al tempo,
al mio vagare inutile,
e dimmi se c’è davvero una meta,
o dovrò correre per la felicità
E corro corro avanti
e torno indietro,
scappo voglio prendere il treno,
stringo forte il tuo respiro
e penso a me che non ho un freno
spingo forte non ti temo,
voglio tutto, voglio te
voglio te, voglio te, voglio te.
E dimmi se lo vuoi
E dimmi che non sei
Soltanto un riflesso confuso
che guardo sul fondo di me
E corro corro avanti
e torno indietro,
scappo voglio prendere il treno,
stringo forte il tuo respiro
e penso a me che non ho un freno
spingo forte non ti temo,
voglio tutto voglio te,
voglio te, voglio te,
voglio te, voglio te.
Voglio te, voglio te,
voglio te, voglio te.