Cosa te ne fai di un altro uomo nuovo singolo di Gigi d’Alessio

0

gigi-dalessio

Si intitola Cosa te ne fai di un altro uomo il nuovo singolo del cantautore campano Gigi D’Alessio, terzo estratto dal nuovo album Ora, rilasciato lo scorso 19 novembre. L’inedito fa seguito ai precedenti Notti di lune storte e e la title track Ora.

Questa canzone, scritta e composta da D’Alessio, e prodotta dal cantante insieme a Adriano Pennino, è in rotazione radiofonica dal 17 gennaio 2014 ovvero oggi, e narra la storia di un amore che ha viaggiato su un binario morto e che ora è arrivato al capolinea, portando il cuore di una donna nelle mani gelide di un altro uomo. Il brano è il pianto doloroso di chi non è capace a mettere un punto definitivo davanti al vero amore e continua a farsi delle domande a cui non può dare ormai alcuna risposta. Queste le parole dell’artista riguardo il brano in questione che andiamo ad ascoltare subito.

Testo Cosa te ne fai di un altro uomo

C’eravamo noi al mondo e più nessuno
Eri tu a riempire i vuoti e tutti i giorni miei
Ora dormo poco e non ho più fame
Come un mendicante io non ho più niente e non lo sai
A chi stai regalando tutti i sogni miei
Con chi farai quello che abbiamo fatto noi

Cosa te ne fai di un altro uomo
Se non ha calore nelle mani
Se non ti accarezza quando fa l’amore
Se ti fa dormire e non ti fa sognare
Cosa te ne fai di un altro uomo
Tu non ci sarai nel suo domani
Ma farai soltanto parte del suo ieri
Come ha fatto già con tanti vecchi amori

Tutti quei progetti sul futuro
Dentro le valige li hai portati via con te
Sopra un treno che non avrà stazioni E hai lasciato il nostro sul binario morto come me
A chi darò il biglietto di quel posto tuo Con chi tu stai viaggiando che non sono io

Cosa te ne fai di un altro uomo
Se ti fa volare e poi cadere
Se quando ti abbraccia non gli batte il cuore
Sentirai il suo gelo e non il mio calore Cosa te ne fai di un altro uomo
Tu non ci sarai nel suo domani
Ma farai soltanto parte del suo ieri
Come ha fatto già con tanti vecchi amori
Se non sa il sapore del dolore
Se per lui le lacrime sono acqua e sale
Non potrà capire mai chi muore per amore