Coez: guarda il video del doppio nuovo singolo Taciturnal ft. Gemello e Occhiali Scuri feat. Gemitaiz + testi

0


Il prossimo 5 maggio vedrà la luce il quarto album in studio del cantautore e rapper campano Coez battezzato Faccio Un Casino, atteso disco già in pre-order nel classico CD, in vinile ed in download digitale su iTunes.

Il progetto, frutto della collaborazione tra Silvano Albanese, aka Coez, Sine e Niccolò Contessa, leader e autore principale de I Cani, racchiuderà dodici nuove canzoni, tra le quali spicca il primo fortunato singolo estratto omonimo (qui il video ufficiale), pubblicato il 10 marzo 2017.

In data 18 aprile 2017, l’artista ha reso disponibile il video che accompagna due singoli promozionali ovvero Taciturnal feat. Gemello e Occhiali Scuri feat. Gemitaiz, due track scritte dagli interpreti e rispettivamente prodotte da Hostin Dowgz & Stabber.

Link Sponsorizzati

Siete curiosi di ascoltare i due inediti e vedere il videoclip che li unisce? Per accedere al filmato diretto e montato da Younuts (Produzione esecutiva di Coez) cliccate sull’immagine sottostante, dopo la quale trovate le parole che li compongono.

Coez – Taciturnal testo (Download)

[Testo di Coez & Gemello – Produzione di Hostin Dowgz – Registrato allo Studio Nero (Roma)]

[Verso 1: Gemello]
Non siamo niente in un batter d’occhio
Mi metto in follow, solo lei ha quel che voglio e tu
Sta volta potrai… soffrire meno, infrangere un vetro
Rompere il suono, levarti di torno in un batti-baleno
Nah, da questa gente non importa nulla
Mi piaci perché sei taciturnal
I monumenti qui si sciolgono
Le luci della notte ci travolgono, ma giusto un po’.

[Ritornello: Coez]
Prima che faccia luce noi dove andremo?
Come si muove a scatti questa città
Io per te brucio i semafori
Stringo le mani ai tuoi diavoli
Prima che faccia luce noi dove andremo?
Come si muove a scatti questa città
Io per te brucio i semafori
Le luci della notte ci travolgono, ma giusto un po’.

[Verso 2: Coez]
Stron*a, mi mandi in orbita
La carne è debole, la mia sì, la tua morbida
La gente sgomita per non restare sola mai
Schiaccio il mio tempo fra l’asfalto ed una suola Nike
Il traffico mormora, polvere dentro i locali, cieli di porpora
Giorni leggeri prendono il volo suoli di tortora
Squali nell’acqua torbida a volte ritornano
Le luci della notte ci travolgono, ma giusto un po’.

[Ritornello: Coez]
Prima che faccia luce noi dove andremo?
Come si muove a scatti questa città
Io per te brucio i semafori
Stringo le mani ai tuoi diavoli
Prima che faccia luce noi dove andremo?
Come si muove a scatti questa città
Io per te brucio i semafori
Le luci della notte ci travolgono, ma giusto un po’.



[Conclusione: Coez]
Eh eh
Eh eh
Ci travolgono ma giusto un po’
Eh eh
Eh eh
Ci travolgono ma giusto un po’.


Coez – Occhiali Scuri testo (DownloadAudio integrale)

[Testo di Coez & Gemitaiz – Produzione di Stabber – Registrato all’Undamento Studio (Milano) e Bunkerino (Roma)]

[Ritornello: Coez] (questa parte non è presente nel video)
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai stanotte, stanotte, stanotte
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai stanotte, stanotte, stanotte.

[Verso 1: Coez] (questa parte non è presente nel video)
La mia macchina ondeggia
E guardo il sole che albeggia
Dovrei tornare verso casa mia
Non ho una casa mia
Ti cerco dentro i letti di altre donne
Chiaro che non ti trovo
Che se stanotte avessi dentro il letto me
Avresti un altro uomo.

[Ritornello: Coez] (questa parte non è presente nel video)
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai stanotte, stanotte, stanotte
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai…

[Verso 2: Gemitaiz]
Uh, salgo in macchina che partiamo a razzo
Alla guida c’è un pazzo
Con la testa sul clacson
Run The Jewels
In un parcheggio per il rendez-vous e
Fermo qua ne giro altre due
(Sono fermo qua ne giro altre due)
Yeah, mixo gli alcolici come le marche
Belvedere sopra i baffi delle scarpe
Creste e bandiere sulle giacche
Firestarter, dai le carte
Diamo sfogo all’alter ego
Tyler Durden.

[Ponte: Gemitaiz]
Gli occhi mezzi chiusi dietro i RayBan
Fumo bei blunt, solo piante seitan
I piedi sul cruscotto fino all’alba
Dal finestrino il sole che mi guarda.

[Ritornello: Coez]
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai stanotte, stanotte, stanotte
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai…

[Verso 3: Coez]
In bocca ho il vernissage
Te porto un ber disag-io
Occhiali scuri in garage
Fra due culi Minaj
Dopo tre cocktail divento drama setter
A volte vado a letto prima delle sette
Sto sincronizzato con il mio iPhone
Nooo, 4% poi morirò
Parto dal centro ce la farò anche sta volta
Lascio per certo un’eredità a chi m’ascolta
Vai piano non fare il botto
Quando ritorni alle 8
Forse hai bevuto un po’ troppo
Ed è già domani
Attento al posto di blocco
Magari accosta ma occhio
Ricorda non scordare mai gli occhiali.

[Ritornello: Coez]
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai stanotte, stanotte, stanotte
Non ti scordare mai gli occhiali scuri se
Non sai dove dormirai, dormirai, dormirai, dormirai, dormirai, dormirai, dormirai, dormirai, dormirai, dormirai.